Comunicati stampa

Il Pic pesca intitolato a Dario Ciamarra. Scoperta la targa in porto tra emozioni e amarcord
Data pubblicazione : 06/06/2021

.

 
Come aveva annunciato Riccardo Tarantini, in rappresentanza delle associazioni della pesca durante l’inaugurazione nel marzo scorso dei ristrutturati locali, la struttura del Pic pesca è stata intitolata ieri pomeriggio a Dario Ciamarra.
L’allora presidente della società “L’approdo” che costruì la struttura portuale sangiorgese ha preso parte alla scoperta della targa della rinnovata “Casa dei pescatori”.
La semplice cerimonia ha visto la presenza del sindaco Nicola Loira, dei rappresentanti degli armatori (col presidente Oriano Quondamatteo), Covopi (presidente Gerardo Fragoletti), Consorzio della piccola pesca (vice presidente Basilio Ciaffardoni) e Cooperativa “Luigi Recchioni”.
Un commosso Dario Ciamarra ha ringraziato più volte per la considerazione e ha voluto dire che il suo nome intende rappresentare l’impegno di tutti coloro che fecero parte di quella società e ricordare chi oggi non c’è più.
A seguire il primo cittadino, nel suo intervento, ha ripercorso la storia del Pic pesca, dei finanziamenti comunitari ottenuti per la costruzione e la ristrutturazione, facendo un passaggio sul piano del porto e condividendo la visione di Ciamarra quando già quarant’anni fa si voleva una infrastruttura al servizio del territorio: “Dopo anni di scarsa considerazione, con la nuova pianificazione portuale si intende collocarla al centro del futuro sviluppo del Fermano”.
Tarantini ha motivato la volontà dell’intitolazione come un gesto anche in ricordo di chi, nel tempo, è venuto a mancare. Ciamarra ha infine omaggiato il primo cittadino di un quadro contenente la foto del giorno in cui l’allora sindaco Franco Loira, nel 1982, pose la prima pietra coi protagonisti di quel tempo. Insieme alla cornice ha consegnato anche una lettera che lo stesso Ciamarra scrisse a Franco Loira ma non riuscì a recapitare perché composta pochi giorni prima che venisse a mancare.
indietro