Comunicati stampa

Il docu-film sul “Fortunale” fa il giro del mondo. Baldassarri: “Apprezzamenti dalla Bosnia-Erzegovina dal Cile”
Data pubblicazione : 24/09/2019

.

 

Grande riscontro sta ricevendo la mostra itinerante sul patrimonio immateriale che coinvolge il nome della città di Porto San Giorgio attraverso il docu-film “La fine del mondo” sul Fortunale del ‘35.
L’opera di Francesco de Melis, che rappresenta una vera e propria opera assimilabile ad un lavoro di arte contemporanea, è stata scelta dall’Istituto Italiano di demo-etno antropologia del Mibact come rappresentazione delle tempeste adriatiche e sta girando il mondo tra Cile, Azerbajan, Messico e altri paesi.

“Carlo Marcotulli, responsabile della sezione culturale dell’Ambasciata d’Italia a Sarajevo ci ha comunicato che la presidente della Repubblica Srpska, una delle due entità di cui si compone la Bosnia Erzegovina e il cui capoluogo è la città di Banja Luka, ha inaugurato assieme all’ambasciatore Nicola Minasi la mostra ‘Italia, racconti (in)visibili’ – spiega l’assessore alla Cultura Elisabetta Baldassarri - . L’evento si è tenuto il 12 settembre al museo di Arte Contemporanea di Banja Luka. E’ una notizia che ci fa molto piacere in quanto aumenta la valenza politica dell’iniziativa. Altra notizia è che il 18 settembre il Fortunale è stato proiettato nella Casa della Memoria di Milano, nell’ambito dell'evento ‘Milano Movie Week’ conclusosi il 20 settembre”.

indietro