Somministrazione Alimenti e Bevande

 

Modulistica unificata e standardizzata

Attività commerciali e assimilate

 

 

  1. Scheda anagrafica (da compilare per ognuno dei moduli sottostanti)
  2. Bar, ristoranti e altri esercizi di somministrazione di alimenti e bevande (in zone tutelate)
  3. Bar, ristoranti e altri esercizi di somministrazione di alimenti e bevande (in zone non tutelate)
  4. Subingresso in attività
  5. Bar, ristoranti e altri esercizi di somministrazione temporanea di alimenti e bevande
  6. Somministrazione di alimenti e bevande al domicilio del consumatore
  7. Somministrazione di alimenti e bevande in esercizi posti nelle aree di servizio e/o nelle stazioni
  8. Somministrazione di alimenti e bevande nelle scuole, negli ospedali, nelle comunità religiose, in stabilimenti militari o nei mezzi di trasporto pubblico
  9. Subingresso in attività    
  10. Notifica sanitaria ai fini della registrazione

 

 Modulistica TARI (Tassa Rifiuti - Utenza non domestica)

    - DICHIARAZIONE DI INIZIO OCCUPAZIONE LOCALI/SUPERFICI AI FINI TASSA RIFIUTI – UTENZA NON DOMESTICA 

      -  DICHIARAZIONE DI CESSAZIONE OCCUPAZIONE LOCALI/SUPERFICI AI FINI TASSA RIFIUTI – UTENZA NON DOMESTICA

 

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALEN. 170 DEL 12/07/2018: DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE IN MERITO ALLA TRASMISSIONE DATI NECESSARI ALLA GESTIONE DEL TRIBUTO TARI.

 

 

La somministrazione al pubblico di alimenti e bevande è la vendita per il consumo sul posto, che comprende tutti i casi in cui gli acquirenti consumano il prodotto nei locali dell'esercizio o in un'area aperta al pubblico, attrezzati allo scopo;

 

Ai fini del rilascio dell'autorizzazione all'apertura di un esercizio come è suddiviso il territorio comunale?  

Il vigente regolamento comunale ha suddiviso il territorio comunale in due zone:

a) Zona 1 – “Centro Storico - Castello”: la zona della città individuata nell’ allegato 4 del citato regolamento.      

b) Zona 2 – “Restante parte del territorio comunale” per cui tutto il territorio non compreso nella zona 1.  

 

Gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande sono costituiti da un’unica tipologia, così definita: esercizi per la somministrazione di alimenti e bevande, comprese quelle alcoliche di qualsiasi gradazione.  In relazione all’attività esercitata in conformità alla NIA sanitaria - settore alimentare ai fini della registrazione, assumono le denominazioni e/o definizioni indicate all'art. 5 del relativo regolamento comunale.  

 

Zona 1 - Centro storico

Nella ZONA 1 “Centro Storico - Castello” sono consentite nuove aperture e/o trasferimenti da altra zona esclusivamente per le seguenti tipologie di attività:“Esercizi con cucina tipica: ristorante, trattoria, osteria in cui è prevalente l’utilizzo di alimenti e bevande tipici della tradizione locale o regionale”.

Nel restante territorio comunale   non sono previste particolari limitazioni in relazione alla tipologia, fermo restando il rispetto delle vigenti norme, prescrizioni e autorizzazioni in materia edilizia, urbanistica, igienico-sanitaria, sicurezza, prevenzione incendi, inquinamento acustico.

 

Requisiti soggettivi I requisiti necessari per il rilascio dell'autorizzazione amministrativa per la somministrazione di alimenti e bevande sono: - requisiti indicati all'art. 5 del D.Leg. 8 agosto 1994 n. 490 (antimafia);

- requisiti soggettivi, previsti dagli artt. 11 e 92 del T.U.L.P.S. n. 773/31;

- requisiti morali di cui all'art. dall’art. 71, del d.lgs. 26 marzo 2010, n. 59 . In caso di società, associazioni o organismi collettivi, tali requisiti devono essere posseduti dal legale rappresentante o altra persona preposta all'attività di somministrazione e da tutti i soggetti per i quali è previsto l'accertamento di cui all'articolo 2, comma 3, del D.P.R. 3 giugno 1998, n. 252.

- requisiti professionali per la somministrazione di alimenti e bevande di cui all'art. 71, del d.lgs. 26 marzo 2010, n. 59; devono essere posseduti: dal titolare o preposto se ditta individuale; dal legale rappresentante o preposto in caso di Società. Lo stesso soggetto non può contemporaneamente essere preposto all'esercizio dell'attività per più società, associazioni, organismi collettivi.

 

Requisiti dei locali I locali da adibire ad attività di somministrazione debbono essere:

- sorvegliabili ai sensi  del D.M. 17/12/92 N. 564;

- in regola con le norme, prescrizioni e autorizzazioni in materia edilizia, urbanistica, igienico-sanitaria, sicurezza, prevenzione incendi, inquinamento acustico;

- deve inoltre essere dimostrata la disponibilità dei locali;

 

Dove rivolgersi Ufficio SUAP
Indirizzo Via Veneto, 5
Telefono 0734 680254; 0734 680251
Fax 0734 680253
Orario lun. mer. ven. 10.00 - 13.00 mar. e gio. 16.00 - 18.00
PEC suap@pec-comune.portosangiorgio.fm.it
Email commercio@comune-psg.org

 

Settore di servizio I Settore - Servizio Commercio
Dirigente Dr. Gianraffaele  Cecati 0734-680207